Lo sciopero dell'autotrasporto

Andare in basso

Lo sciopero dell'autotrasporto

Messaggio  Exurge Roma il Mar Dic 11, 2007 4:07 pm

Di fatto lo sciopero in questi ultimi anni è divenuto una forma di pressione politica: come tale, un diritto per così dire "spontaneo" come quello del lavoratore di protestare contro condizioni di lavoro disagiate è divenuto strumento quasi "esclusivo" della competizione politica.
Negli anni passati spesso sono state le forze di sinistra a minacciare il ricorso "alla piazza" per esercitare pressione politica.
Sarà per queste considerazioni che lo sciopero non mi è mai piaciuto e non ne ho mai capito l'utilità nelle dinamiche economiche.
Nello sciopero che in questi giorni sta bloccando il Paese, però, mi pare ci siano considerazioni nuove.
Innanzitutto perchè l'interlocutore degli autotrasportatori non è un "datore di lavoro" ma il Governo e quindi le responsabilità politiche dell'arretratezza del sistema logistico italiano vengono alla ribalta prepotentemente.
Poi perchè a scioperare non sono più "gli operai" ma degli imprenditori: piccoli quanto si vuole, poco evoluti da un punto di vista economico , ma pur sempre imprenditori. Da un certo punto di vista quindi , la piccola e piccolissima impresa si ribella contro il Governo e le politiche centrali.
Dico la verità : ne capisco le ragioni. Ci ho messo ore ieri ad arrivare al lavoro ma ho sopportato con pazienza.
Li vedo tutte le mattine , io mi alzo più tardi ma li sento in giro già dalle 5 del mattino. Un camion in leasing da pagare ed una vita da pazzi con 400/600 Km al giorno che, qui al nord, vogliono dire ore ed ore in tangenziali ( Milano e Mestre tanto per intenderci, due veri inferni ...). Costantemente al telefono a beccarsi bestemmie dai loro datori di lavoro che poi sono le grandi multinazionali della logistica, quelle che in TV o all'aeroporto fanno pubblicità "soft" : "é cosa fatta", "consegna garantita entro le 10 " etc etc.
Intendiamoci : anch'io sono fruitore del servizio espresso e mi piace molto ma dietro a questo c'è una catena di "disperati" che corrono come pazzi in autostrada perchè il lavoro con uno di questi grandi colossi non scappi...E' lavoro sicuro.
Gli incidenti in autostrada, per lo più, dovrebbero essere calcolati fra le "morti bianche" , non solo quelle in fabbrica.
Le multinazionali della logistica , complice la politica e le sovvenzioni statali si sono stabilite da anni anche qui da noi e non vogliono certo rinunciare ai margini di profitto che possono avere in USA, Francia, Inghilterra, Germania, Giappone, Svizzera...
Solo che qui hanno a disposizione delle infrastrutture di 50 anni fa.
Dove credete che recuperino il profitto perso in tempi ed infrastrutture inefficenti?
Risposta: sul compenso al trasportatore.
In Europa, per i trasporti espressi , ci sono tariffe più o meno uguali. SOlo che se un pacco da 5 kg da Dusseldorf a Monaco costa 100, da Firenze a Reggio Calabria costa 200.
Pensate che i 100 di differenza ce li rimetta la multinazionale ?
Oppure guardate in faccia Peppino alla guida della motrice, poi guardate in faccia Fritz , su una stessa motrice che però si fa tutti i giorni Stoccarda - Colonia. Noterete la differenza
avatar
Exurge Roma
Centurio Prior
Centurio Prior

Numero di messaggi : 84
Età : 54
Città : Bergomvm
Data d'iscrizione : 19.10.07

Visualizza il profilo http://www.exurge-roma.it

Torna in alto Andare in basso

Re: Lo sciopero dell'autotrasporto

Messaggio  LegioXI il Mar Dic 11, 2007 6:05 pm

Ave fratres,
Exurge sono totalmente d'accordo con te. Aggiungerei anche che per risparmiare ed essere concorrenti si preferisce assumere, talvolta anche in nero, persone come rumeni e magrebini che si accontentano di avere in busta meno di quanto hanno i camionisti nostrani che già lavorano in condizioni pessime. A quel punto oltre alla noncuranza più totale del governo in ogni singola cosa c'è la reale possibilità, per loro, di perdere il proprio posto di lavoro a favore di autisti che per molto meno controllo e balzelli lavorano. E questo a danno della collettività che si trova in strada persone stanche, alla guida di "bisonti" e non CONTROLLATE perchè la Polizia Stradale ha avuto in finanziaria dei tagli ai fondi, alle auto ed alle caserme.
Bravo governo e complimeti avanti così che entro la fine dell'anno avrai scontentato anche le più piccole categorie di lavoro, per non parlare degli italiani.
avatar
LegioXI
Centurio Prior
Centurio Prior

Numero di messaggi : 193
Città : ROMA
Data d'iscrizione : 08.10.07

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Lo sciopero dell'autotrasporto

Messaggio  Giuliano il Mar Dic 11, 2007 6:20 pm

Exurge Roma ha scritto:... Nello sciopero che in questi giorni sta bloccando il Paese, però, mi pare ci siano considerazioni nuove.
Innanzitutto perchè l'interlocutore degli autotrasportatori non è un "datore di lavoro" ma il Governo e quindi le responsabilità politiche dell'arretratezza del sistema logistico italiano vengono alla ribalta prepotentemente.
Poi perchè a scioperare non sono più "gli operai" ma degli imprenditori: piccoli quanto si vuole, poco evoluti da un punto di vista economico , ma pur sempre imprenditori. Da un certo punto di vista quindi , la piccola e piccolissima impresa si ribella contro il Governo e le politiche centrali...

...guardate in faccia Peppino alla guida della motrice, poi guardate in faccia Fritz , su una stessa motrice che però si fa tutti i giorni Stoccarda - Colonia. Noterete la differenza

Ottime osservazioni, non è più l'operaio che manifesta contro la fabbrica o l'azienda, è il popolo dei lavoratori che manifesta contro lo stato... Anch'io non capisco il meccanismo dello sciopero, visto che io non posso scioperare e vi assicuro che ne subiamo di tutti i colori, con un giorno o con pochi giorni, si possono far valere i propri diritti? Credete veramente che la casta ne risenta? E' il cervello di noi italiani dal primo all'ultimo che ha bisogno di una bella revisione, popolo strano che si schiera a spada tratta per sciocchezze e perdona o sorvola per cose fondamentali, perbenisti, arresi o apatici che si risvegliano la domenica dalle 15 alle 16.45 per le partite. Potevamo essere una vera nazione forte con economia stabile e risorse illimitate, invece dormiamo.

p.s. ieri vedendo striscia la notizia mi ha colpito il servizio sui pendolari di Milano che ogni giorno fanno viaggi di ore, pressati come sardine, pagando biglietti intere con posto a sedere che invece rimangono stipati come sui treni delle SS, con ritardi paurosi e continui rincari... che fa la gente "ride e si lamenta a mezza bocca"... ma organizzatevi, non dico di non pagare, ma boicottate le FS.

Valete

_________________
·FABER·QUISQUE·EST·SUÆ·FORTUNÆ·
avatar
Giuliano
Centurio Primus Pilus
Centurio Primus Pilus

Numero di messaggi : 498
Età : 42
Città : Roma
Data d'iscrizione : 05.08.07

Visualizza il profilo http://www.legioneromana.com

Torna in alto Andare in basso

Re: Lo sciopero dell'autotrasporto

Messaggio  LegioXI il Mar Dic 11, 2007 6:50 pm

Giuliano ha scritto:...
p.s. ieri vedendo striscia la notizia mi ha colpito il servizio sui pendolari di Milano che ogni giorno fanno viaggi di ore, pressati come sardine, pagando biglietti intere con posto a sedere che invece rimangono stipati come sui treni delle SS, con ritardi paurosi e continui rincari... che fa la gente "ride e si lamenta a mezza bocca"... ma organizzatevi, non dico di non pagare, ma boicottate le FS.

Valete

Giuliano sei mai stato a Milano da pendolare? Non si può fare a meno dei mezzi pubblici, a Roma abbiamo traffico? Bè moltiplicalo e fallo in entrambe le direzioni di marcia ed ecco che hai Milano. Dall'hinterland raggiungi la città solo così e, come sempre, devi sottostare a "colui" che ti "offre" il servizio, ai suoi ritmi, costi e disagi..... e lassù le cose sono pure gestite meglio di qui... Evil or Very Mad
Non si offendano i miei concittadini, ahimè è vero!... Detto da una fanatica di Roma quale sono...

Vale
avatar
LegioXI
Centurio Prior
Centurio Prior

Numero di messaggi : 193
Città : ROMA
Data d'iscrizione : 08.10.07

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Lo sciopero dell'autotrasporto

Messaggio  Giuliano il Mar Dic 11, 2007 6:57 pm

LegioXI ha scritto:
Giuliano sei mai stato a Milano da pendolare? Non si può fare a meno dei mezzi pubblici, a Roma abbiamo traffico? Bè moltiplicalo e fallo in entrambe le direzioni di marcia ed ecco che hai Milano. Dall'hinterland raggiungi la città solo così e, come sempre, devi sottostare a "colui" che ti "offre" il servizio, ai suoi ritmi, costi e disagi..... e lassù le cose sono gestite meglio di qui... Evil or Very Mad
Non si offendano i miei concittadini, ahimè è vero!... Detto da una fanatica di Roma quale sono...

Hai ragione li il caos regna sovrano. Ma la butto giù così, organizzare un servizio di bus privati per i pendolari? che faccia lo stesso tratto del treno? Almeno riescono a stare seduti e forse a schiacciare anche un pisolino... Quando non c'è concorrenza i servizi calano e i gestori fanno manbassa.

Invece tornando ai trasportatori, ma se le merci viaggiassero su rotaie, le FS avrebbero aumenti di entrate, i biglietti calerebbero, ci sarebbero meno TIR sulle autostrade e sicuramente le linee ferroviarie sarebbero ampliate. Anche questa la butto giù così.

Vale

_________________
·FABER·QUISQUE·EST·SUÆ·FORTUNÆ·
avatar
Giuliano
Centurio Primus Pilus
Centurio Primus Pilus

Numero di messaggi : 498
Età : 42
Città : Roma
Data d'iscrizione : 05.08.07

Visualizza il profilo http://www.legioneromana.com

Torna in alto Andare in basso

Re: Lo sciopero dell'autotrasporto

Messaggio  LegioXI il Mar Dic 11, 2007 7:09 pm

Giuliano ha scritto:
Hai ragione li il caos regna sovrano. Ma la butto giù così, organizzare un servizio di bus privati per i pendolari? che faccia lo stesso tratto del treno? Almeno riescono a stare seduti e forse a schiacciare anche un pisolino... Quando non c'è concorrenza i servizi calano e i gestori fanno manbassa.

Invece tornando ai trasportatori, ma se le merci viaggiassero su rotaie, le FS avrebbero aumenti di entrate, i biglietti calerebbero, ci sarebbero meno TIR sulle autostrade e sicuramente le linee ferroviarie sarebbero ampliate. Anche questa la butto giù così.

Vale

Sarebbe un'idea, il problema è il numero dei pendolari, ed il traffico monumentale... !

se le merci viaggiassero su rotaia sarebbe un risparmio per tutti inoltre non avendo più il costo aggiuntivo del carburante-ORO attuale, ci sarebbe un risparmio anche per il consumatore finale. ....Poi arrivano i pseudo verdi-ecologisti che si oppongono a qualsiasi costruzione di linee ferroviarie nuove ....e perchè? Perchè deturpano la natura.... ah, ah, ah, invece le mega file incolonnate di TIR non solo lo fanno ma inquinano pure l'aria.... affraid
avatar
LegioXI
Centurio Prior
Centurio Prior

Numero di messaggi : 193
Città : ROMA
Data d'iscrizione : 08.10.07

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Lo sciopero dell'autotrasporto

Messaggio  Exurge Roma il Mar Dic 11, 2007 7:20 pm

Giuliano sei mai stato a Milano da pendolare? Non si può fare a meno dei mezzi pubblici, a Roma abbiamo traffico? Bè moltiplicalo e fallo in entrambe le direzioni di marcia ed ecco che hai Milano. Dall'hinterland raggiungi la città solo così e, come sempre, devi sottostare a "colui" che ti "offre" il servizio

Sono uno di quel popolo. 40 km di treno all'andata , 40 al ritorno, + 10 Km di macchina lasciata in stazione. Tempo totale : 1h 30 ' ( per ogni senso di marcia )
Credimi Giuliano, non c'è soluzione. Mettere un pullman privato ?
E dove dovrebbe passare? Sulle strade già piene di TIR dalle 6 del mattino ?
Almeno col treno sei sicuro di arrivare ( se non ha troppo ritardo e non saltano le coincidenze, io ne ho 2 ... )
Non puoi liberalizzare un mercato se prima non hai creato le condizioni infrastrutturali per garantire una libera concorrenza. Questi furboni non l'hanno capito! Se ho una rete autostradale, ferroviaria, aeroportuale come quella degli Stati Uniti allora PRETENDO un mercato concorrenziale.
Ma se ho autostrade come la Salerno-Reggio Calabria , un aeroporto come Malpensa che per raggiungerlo ci devo mettere 3 ore per fare un viaggio di 50 minuti allora mancano le condizioni MINIME per una concorrenza reale.
avatar
Exurge Roma
Centurio Prior
Centurio Prior

Numero di messaggi : 84
Età : 54
Città : Bergomvm
Data d'iscrizione : 19.10.07

Visualizza il profilo http://www.exurge-roma.it

Torna in alto Andare in basso

Re: Lo sciopero dell'autotrasporto

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum