Ovidio - Ars Amatoria

Andare in basso

Ovidio - Ars Amatoria

Messaggio  IlPretoriano il Gio Dic 20, 2007 2:32 pm

Avete

Ho da poco comprato la versione completa dell'Ars Amatoria (l'Arte di Amare) di Ovidio con testo latino a fronte. Sto leggendo le prime pagine e, al di là di ogni generalizzazione che si possa fare, lo trovo al momento molto attuale (contestualizzando).
Ovidio, nato a Sulmona nel 43 a.C., è stato considerato uno dei padri della tradizione culturale occidentale. Celebre rimase la sua opera magna "Le metamorfosi", cui tutti più o meno conosciamo. Mandato in esilio sul Mar Nero da Augusto per motivi ancora in parte ignoti, morì a Costanza nel 18 d.C.


Per chi volesse leggerlo io ho preso questa versione

Ovidio

"L'arte di amare" a cura di Ortensio Celeste.
BF editore, ClassiciGreciLatini
Costo: 10 Euro soltanto
Il libro si presenta anche ben relegato e ricco di note esaustive.
avatar
IlPretoriano
Centurio Prior
Centurio Prior

Numero di messaggi : 89
Città : ROMA
Data d'iscrizione : 07.10.07

Visualizza il profilo http://www.ilpretoriano.forumup.it

Torna in alto Andare in basso

Re: Ovidio - Ars Amatoria

Messaggio  Exurge Roma il Mer Dic 26, 2007 5:33 pm

Hai fatto un'ottima scelta, mio caro Pretoriano. Con Ovidio la poesia latina raggiunge un livello insospettabile di estetica che avrebbe fatto inorridire i frugali progenitori di qualche secolo prima. Siamo in piena età augustea, in piena pax romana, in pieno "boom economico" che accompagna una generalizzata sfrenatezza di costumi. A buon diritto Ovidio è stato spesso accostato ad un suo illustre conterraneo, Gabriele d'Annunzio. Chi vuol leggere l'Ars Amatoria farebbe bene prima a fare uno sforzo immaginativo, calarsi in un ambiente mondano sostanzialmente edonista e godereccio: certo , oltre a questo sforzo dovrebbe farne un altro, e cioè quello di non cadere in tentazioni moraliste : si sposò tre volte e questo era un fatto piuttosto normale per un rappresentante del ceto equestre, Ma certamente non stiamo parlando di un qualunque eques spregiudicato affarista: qui siamo di fronte ad un giovane, un uomo di fulminea intelligenza che , venuto a Roma dalla provincia, riesce in pochissimi anni ad entrare d'impeto nei maggiori circoli letterari dell'Urbe , a far rimanere affascinati i poeti-opinionisti dell'epoca, quelli che facevano il bello e cattivo tempo nei salotti e che, non disdegando i triclinia delle matrone Giulio-Claudie determinavano anche parte della politica estera ed interna dell'Impero :Messalla, Mecenate, Orazio,Properzio.
Prima di essere esiliato ( e questo testimonia il suo livello di penetrazione negli intrighi dell'alta società Romana ) esclamava "ormai Venere regna nella città del suo Enea !"
avatar
Exurge Roma
Centurio Prior
Centurio Prior

Numero di messaggi : 84
Età : 54
Città : Bergomvm
Data d'iscrizione : 19.10.07

Visualizza il profilo http://www.exurge-roma.it

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum