La Vita Notturna nell'antica Roma - K.W. Weeber

Andare in basso

La Vita Notturna nell'antica Roma - K.W. Weeber

Messaggio  Exurge Roma il Ven Gen 25, 2008 11:57 pm

In questo periodo vanno di moda i libri su Roma "divulgativi" : personalmente lo trovo positivo perchè rende semplice e di facile comprensione una materia che per troppo tempo è stata terreno esclusivo degli accademici.
In questa serie vorrei segnalare , oltre all'ormai noto "Un giorno nell'Antica Roma" di Angela, anche "La Vita notturna nell'antica Roma" del tedesco Karl-Wilhelm Weeber. . Io l'ho trovato divertente ed allo stesso tempo ricco di spunti di approfondimento . Ci sono un sacco di notizie sulle ricerche archeologiche ( soprattutto Pompei ed Ercolano ) che hanno svelato tanti piccoli particolari sulla capacità di divertirsi dei nostri antenati oppure sui testi della letteratura leggera ed erotica latina ( Catullo, Orazio etc etc. ) . Insomma un modo assolutamente leggero per conoscere da vicino il mondo dei Romani che "se la spassavano".

(8,90 € - Newton & Compton )

Per Legio XI : quella notiziola sul record dell'Augusta Messalina l'ho letto qua. Smile

valete
avatar
Exurge Roma
Centurio Prior
Centurio Prior

Numero di messaggi : 84
Età : 54
Città : Bergomvm
Data d'iscrizione : 19.10.07

Visualizza il profilo http://www.exurge-roma.it

Torna in alto Andare in basso

Re: La Vita Notturna nell'antica Roma - K.W. Weeber

Messaggio  Giuliano il Sab Gen 26, 2008 12:13 am

Exurge Roma ha scritto:...Insomma un modo assolutamente leggero per conoscere da vicino il mondo dei Romani che "se la spassavano".

Per Legio XI : quella notiziola sul record dell'Augusta Messalina l'ho letto qua. Smile

valete

Praticamente Un "Lucignolo di 2000 anni fa!!!" Wink pig

Già ho capito la notiziola del record di Messalina... conoscevo, conoscevo già... bravi qui siamo quasi ai livelli di Novella2000 ihihihi

_________________
·FABER·QUISQUE·EST·SUÆ·FORTUNÆ·
avatar
Giuliano
Centurio Primus Pilus
Centurio Primus Pilus

Numero di messaggi : 498
Età : 42
Città : Roma
Data d'iscrizione : 05.08.07

Visualizza il profilo http://www.legioneromana.com

Torna in alto Andare in basso

Re: La Vita Notturna nell'antica Roma - K.W. Weeber

Messaggio  LegioXI il Sab Gen 26, 2008 1:34 am

Ave Exurge,
io debbo essere sincera la "notiziola" l'ho appresa dai bravissimi Angela & Angela (Ottimi divulgatori di storia aggiungo)..... Wink

Caro Giuliano Novella non ha inventato nulla .... chiedere a Plinio il Vecchio!

VALE
avatar
LegioXI
Centurio Prior
Centurio Prior

Numero di messaggi : 193
Città : ROMA
Data d'iscrizione : 08.10.07

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La Vita Notturna nell'antica Roma - K.W. Weeber

Messaggio  Exurge Roma il Mer Gen 30, 2008 5:43 pm

Altro è la prostituzione di basso livello , con le cui esponenti l'Avgvsta Messalina si misurò nella famosa gara, altre sono le professioniste il cui ceto divenne potentissimo dall'epoca tardo repubblicana.
Queste , più che dedicarsi all'attività spicciola dell'amore a pagamento , si proponevano come vere e proprie intermediarie di favori ( sessuali e non ) fra personaggi influenti.
Molte di esse, data la feroce concorrenza che si creò all'Urbe, tentarono, alcune con discreto successo , la fortuna in Provincia, per lo più al seguito delle legioni e sotto la protezione più o meno diretta dei governatori.
avatar
Exurge Roma
Centurio Prior
Centurio Prior

Numero di messaggi : 84
Età : 54
Città : Bergomvm
Data d'iscrizione : 19.10.07

Visualizza il profilo http://www.exurge-roma.it

Torna in alto Andare in basso

Re: La Vita Notturna nell'antica Roma - K.W. Weeber

Messaggio  Exurge Roma il Gio Feb 21, 2008 12:36 am

Non vi è però da credere che la morale , anche durante l'Impero, mettesse sullo stesso piano le donne "onorate" con le mezzane, le prostitute e le concubine. Anzi , proprio nel periodo in cui Messalina dava scandalo, raggiunse piena applicazione una Lex voluta da Ottaviano Augusto, la Lex Iulia de Adulteriis che comminava pene severissime per le donne di rango sorprese in adulterio.
Conseguenza di questa , non sappiamo quanto voluta o inconsapevole, fu che le donne "non di rango" potevano tranquillamente unirsi in unioni anche durature con uomini liberi.
Non era quindi infrequente che uomini influenti avessero relazioni stabili con esse e questo non costituiva né reato né ragione di particolare scandalo , a patto che fossero mantenute nella discrezione.
avatar
Exurge Roma
Centurio Prior
Centurio Prior

Numero di messaggi : 84
Età : 54
Città : Bergomvm
Data d'iscrizione : 19.10.07

Visualizza il profilo http://www.exurge-roma.it

Torna in alto Andare in basso

Re: La Vita Notturna nell'antica Roma - K.W. Weeber

Messaggio  livia il Gio Feb 21, 2008 4:24 pm

Exurge Roma ha scritto:raggiunse piena applicazione una Lex voluta da Ottaviano Augusto, la Lex Iulia de Adulteriis che comminava pene severissime per le donne di rango sorprese in adulterio.
.

prorpio a questa legge le matrone si ribellarono iscrivendosi nei famosi registri dei lupanari giustificando così il loro adulterio come amore mercenario. Gli uomini si e noi no?? Già allora il movimento femmista muoveva piccoli passi Very Happy
avatar
livia
Tiro
Tiro

Numero di messaggi : 7
Data d'iscrizione : 27.01.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La Vita Notturna nell'antica Roma - K.W. Weeber

Messaggio  Exurge Roma il Gio Feb 21, 2008 9:53 pm

Non conoscevo questo fatto Livia.
Al di là del femminismo che evochi, tuttavia, non mi pare che sarebbe stata una mossa sensata, tenendo conto delle terribili sanzioni che potevano toccare ad una donna non onorata, primo fra tutti il diritto di REPUDIUM che spettava al marito per una moglie mezzana e/o prostituta.
La donna aveva anche lei diritto al Repudium del marito ma la casistica del marito "puxxxniere" non era contemplata! Laughing
Al di là delle facili ironie, comunque ( e ringraziandoti dell'informazione ) quando parliamo di costumi teniamo sempre presente che parliamo di una legge di duemila anni fa.
E comunque, come dici tu, non fu una legge ad impedire all'Augusta di comportarsi pubblicamente da sgualdrina.

Vale
avatar
Exurge Roma
Centurio Prior
Centurio Prior

Numero di messaggi : 84
Età : 54
Città : Bergomvm
Data d'iscrizione : 19.10.07

Visualizza il profilo http://www.exurge-roma.it

Torna in alto Andare in basso

Re: La Vita Notturna nell'antica Roma - K.W. Weeber

Messaggio  livia il Ven Feb 22, 2008 2:08 pm

E' una notizia che ho letto qualche tempo fa su un libro che trattava la condizione femminile all'epoca romana e approfoniva la vita di donne importanti dell'epoca. Il fatto mi ha colpito non tanto per l'azione in se stessa quanto perchè la donna, considerata una proprietà, un oggetto, una cosa, comincia a prendere coscienza del suo io. Da qui al riappropriarsi della propria vita passano 2000 anni. E' chiaro che la ribellione non fu un evento di massa (come siamo abituati ai giorni nostri) ma limitato ad uno piccolissimo gruppo di donne di rango. Sia ben chiaro che io non sono una femminista ma ritengo che la storia antica essendo scritta da uomini sia arrivata ai giorni nostri solo con i loro occhi. Una stessa azione può essere riportata nei modi più vari a seconda di come siamo predisposti verso l'azione stessa e ciò che rappresenta, verso chi compie l'azione e se chi la riporta è maschio o femmina. Può essere vero tutto ed il contrario di tutto. Probabilmente tanti fatti riguardanti le donne non sono arrivati a noi perchè non facevano comodo oppure sono stati riportati stravolgendo la realtà per far si che possano tornare utili. E' una mia personalissima opinione scusate se sono stata un po prolissa Very Happy
avatar
livia
Tiro
Tiro

Numero di messaggi : 7
Data d'iscrizione : 27.01.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La Vita Notturna nell'antica Roma - K.W. Weeber

Messaggio  Exurge Roma il Sab Feb 23, 2008 1:08 am

Livia optima, l'unica cosa su cui mi trovi d'accordo è la rivendicazione della personalità della tua opinione. Davvero sei ingenerosa verso i Romani se immagini la vita della donna come quella di una "cosa" o di una "proprietà"! Non sto facendo operazioni di marketing verso la civiltà romana ma realmente presso i romani ( ed i greci prima ) la posizione della donna nella società era incomparabilmente migliore rispetto a civiltà contemporanee. Pensa che fra gli antichi ebrei non era necessario il consenso della donna per contrarre matrimonio, fra i romani (liberi) no.
Nel periodo di cui discutiamo , il primo Impero , il matrimonio sussisteva finchè sussisteva la c.d. "affectio maritalis" , il sentimento che lega l'uomo alla donna: constatata la fine di questa affectio il matrimonio si scioglieva automaticamente. E la donna poteva dichiararne la decadenza. Quattro secoli dopo questo non sarebbe stato più possibile. Dove sarebbe quindi l'evoluzione verso l'emancipazione femminile ?
Sempre più spesso la donna si univa in matrimonio non "in manu" cioè senza sottoporsi alla potestas dell'uomo, ed in questo caso manteneva la totale disponibilità del patrimonio familiare eventualmente di proprietà o ereditato.
C'erano svariate situazioni riconosciute dal diritto a favore della donna.
Credimi, nell'ambito della vita familiare la donna romana se la passava in maniera incomparabilmente migliore rispetto a molte contemporanee di altre civiltà.
Il concetto stesso di "donna onorata" della legislazione augustea è un concetto che mira a nobilitare il ruolo della donna romana di rango , nell'ambito di una legislazione più estesa ( la "lex de maritandis ordinibus" nonchè la famosa Lex Papia Poppaea ) a favore della famiglia e delle nascite ( naturalmente la famiglia dei cittadini liberi , non degli schiavi ) .
RIflettiamo poi sul fatto che la maggior parte delle prostitute e delle mezzane avevano uno status servile e poichè questo status giuridico non esiste più è ben difficile comprendere la differenza fra una donna onorata ed una non onorata nel senso romano.
Ma, in ultima analisi , ciò su cui dissento in particolar modo è la pretesa contemporanea di misurare lo status della donna nell'antichità usando prospettive moderne.
Chiudo ricordando alcuni nomi ( a puro titolo di esempio ) : Pompeia Plotina , Iulia Domna, Galla Placidia...
Tutto ciò, ovviamente, nel pieno rispetto della tua opinione che pure non condivido.

Vale
avatar
Exurge Roma
Centurio Prior
Centurio Prior

Numero di messaggi : 84
Età : 54
Città : Bergomvm
Data d'iscrizione : 19.10.07

Visualizza il profilo http://www.exurge-roma.it

Torna in alto Andare in basso

Re: La Vita Notturna nell'antica Roma - K.W. Weeber

Messaggio  LegioXI il Sab Feb 23, 2008 7:11 pm

Ottimo Exurge concordo con la tua analisi ed aggiungo:
Senza guardare troppo lontano sia nel tempo che nello spazio...
prima del 1948 (XX secolo!) le donne italiane-cristiane NON avevano il diritto di voto, non potevano divorziare (!), e non sia mai un lavoro!!!!
Nel medioevo i dottori della Chiesa si chiedevano se le donne avessero un'anima(!!!!!), quando l'anima ed una vita ultraterrena erano e sono il fondamento della Chiesa cattolica!

Credo che la società romana sia stata per molti versi decisamente più "avanzata" di quanto noi stessi siamo stati fino a pochi decenni fa! E come giustamente hai detto senza guardare altre... "culture" (chiamiamole così...).

VALE
avatar
LegioXI
Centurio Prior
Centurio Prior

Numero di messaggi : 193
Città : ROMA
Data d'iscrizione : 08.10.07

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: La Vita Notturna nell'antica Roma - K.W. Weeber

Messaggio  Exurge Roma il Lun Feb 25, 2008 2:55 pm

Il museo archeologico di Milano ha recentemente organizzato una mostra dal titolo "Figlie, Madri, Moglie e Concubine: la condizione femminile nel mondo antico". Purtroppo la mostra si è conclusa il 31 dicembre 2007.
Credo che i materiali didattici siano ancora disponibili richiedendoli a
c.museoarcheologico@comune.milano.it.
Personalmente non ho avuto occasione di vederla : i commenti divulgativi ( che non condivido per i motivi già espressi ) sono in linea con l'opinione di Livia , ma non è per questo non l'ho visitata.
Sulla carta sembra sia stata estremamente interessante , soprattutto per l'antologia letteraria a supporto.
Se qualcuno ha tempo e voglia di venire in possesso di questi materiali sarebbe interessante commentarli insieme, magari in un argomento dedicato ...

Valete
avatar
Exurge Roma
Centurio Prior
Centurio Prior

Numero di messaggi : 84
Età : 54
Città : Bergomvm
Data d'iscrizione : 19.10.07

Visualizza il profilo http://www.exurge-roma.it

Torna in alto Andare in basso

Re: La Vita Notturna nell'antica Roma - K.W. Weeber

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum