Elezioni 2008 - vi giro questa mail, ditemi le vostre idee

Andare in basso

Elezioni 2008 - vi giro questa mail, ditemi le vostre idee

Messaggio  Giuliano il Lun Apr 07, 2008 9:40 pm

Questa è la PRIMA AZIONE LEGALE e DI PROTESTA DOVREMMO AVERE IL CORAGGIO DI FARLO E FORSE LE COSE CAMBIERANNO ...... E SMETTERANNO DI PRENDERCI IN GIRO !!!

1) ANDARE A VOTARE, PRESENTARSI CON I DOCUMENTI + TESSERA ELETTORALE E FARSI VIDIMARE LA
SCHEDA
2) ESERCITARE IL DIRITTO DI RIFIUTARE LA SCHEDA (DOPO VIDIMATA), dicendo: 'Rifiuto la scheda per protesta, e chiedo che sia verbalizzato.'
3) PRETENDERE CHE VENGA VERBALIZZATO IL RIFIUTO DELLA SCHEDA
4) ESERCITARE IL PROPRIO DIRITTO DI AGGIUNGERE, IN CALCE AL VERBALE,
UN COMMENTO CHE GIUSTIFICHI IL RIFIUTO (ad esempio, ma ognuno decida il suo motivo: 'Nessuno dei politici inseriti nelle liste mi rappresenta') (D.P.R.30 marzo 1957, n. 361 - Art. 104)
COSì FACENDO NON VOTERETE, ED EVITERETE CHE IL VOTO,NULLO O BIANCO,
SIA CONTEGGIATO COME QUOTA PREMIO PER IL PARTITO CON PIù VOTI!!

Questa è la PRIMA AZIONE LEGALE e DI PROTESTA
votare o.. non votare..è una scelta... e se decidete di seguirla queste sono le giuste regole da seguire affinchè il risultato sia quello voluto!! solo una preghiera... più queste informazioni "girano" e più potere conquisteremo!!
Pochi lo sanno ma...... La legge prevede la possibilita´ di rifiutarsi di votare e metterlo a verbale.
Quando si va al seggio e dopo che le schede sono vidimate si dichiara che ci si rifiuta di votare e si vuole che sia messo a verbale. Le schede di rifiuto vengono CONTATE e sono VALIDE, contrariamente alle schede nulle o bianche o all´astensione dal voto.
Nessun media (chiaramente) ne parla, sembra che i giochi della CASTA siano gia´ fatti, come al solito la gente andra´ a votare il 'meno peggio'.
Nel caso le schede di rifiuto arrivassero a un certo numero (cosa mai successa nelle elezioni italiane) la casta avrebbe 'qualche problema' nell´assegnare i seggi vuoti e i media saranno obbligati a parlarne.
Fate girare questa mail il piu´ possibile, e´l´unica maniera per
fare sentire la voce di tutti quelli che vogliono un sistema con persone nuove e non un branco di professionisti della politica.
L'astensionismo passivo non fa percentuale di media votanti e riguardo alle elezioni legislative il nostro sistema di attribuzione non prevede nessun quorum di partecipazione. Quindi, se per assurdo nella consultazione elettorale votassero tre persone, ciò che uscirebbe
dalle urne sarebbe considerata valida espressione della volontà popolare e si
procederebbe quindi all'attribuzione dei seggi in base allo scrutinio di tre schede.
Altresì le schede bianche e nulle, fanno si percentuale votanti, ma vengono ripartite, dopo la verifica in sede di collegio di garanzia che ne attesti le caratteristiche di bianche o nulle, in un unico cumulo
da ripartire nel cosiddetto premio di maggioranza....per assurdo sempre votando bianca o nulla se alle prossime elezioni vincesse Berlusconi le suddette schede andrebbero attribuite nel premio di Forza Italia.
Esiste però un METODO DI ASTENSIONE, che garantisce di essere percentuale votante (quindi non delegante) ma consente di non far attribuire il proprio non-voto al partito di maggioranza. E´ infatti
facoltà dell'elettore recarsi al seggio e una volta fatto vidimare il certificato elettorale, AVVALERSI DEL DIRITTO DI RIFIUTARE LA SCHEDA, assicurandosi di far mettere a verbale tale opzione; è possibile inoltre ALLEGARE IN CALCE
AL VERBALE, UNA BREVE DICHIARAZIONE IN CUI, SE VUOLE, L'ELETTORE HA IL DIRITTO DI ESPRIMERE LE MOTIVAZIONI DEL SUO RIFIUTO (es. 'Nessuno degli schieramenti qui riportati mi rappresenta')'.

ECCO I RIFERIMENTI LEGALI
D.P.R. 30 marzo 1957, n. 361 - Art.104
...OMISSIS
Il segretario dell'Ufficio elettorale che rifiuta di inserire nel processo verbale o di
allegarvi proteste o reclami di elettori è punito con la reclusione da sei mesi a tre anni e con la multa sino a lire 4.000.000.
...OMISSIS

_________________
·FABER·QUISQUE·EST·SUÆ·FORTUNÆ·
avatar
Giuliano
Centurio Primus Pilus
Centurio Primus Pilus

Numero di messaggi : 498
Età : 42
Città : Roma
Data d'iscrizione : 05.08.07

Visualizza il profilo http://www.legioneromana.com

Torna in alto Andare in basso

Re: Elezioni 2008 - vi giro questa mail, ditemi le vostre idee

Messaggio  LegioXI il Mar Apr 08, 2008 12:22 am

Bello, complimeti! Questo si chiama educazione civica! Almeno se voto HO IL DIRITTO DI CRITICARE CHI GOVERNA sempre che lo faccia male ovvio. Così che si parla a fare?
Disfattisti.... come sempre contro corrente per cosa poi? Fare i fighi che si sono "rifiutati di votare"? Evil or Very Mad
Azione di protesta? Ma per favore!
Votate, come vi pare, ma votate!
avatar
LegioXI
Centurio Prior
Centurio Prior

Numero di messaggi : 193
Città : ROMA
Data d'iscrizione : 08.10.07

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Elezioni 2008 - vi giro questa mail, ditemi le vostre idee

Messaggio  PubliusMetilius il Lun Apr 21, 2008 3:51 pm

Vento del Nord? Buon lavoro cav. Silvio Berlusconi? affraid Ma, stiamo parlando dello stesso Vento del Nord protagonista del famoso ribaltone del primo governo Berlusconi, e del Berlusconi che disse "Con Bossi più neanche a prendere il caffè"? Del Vento del Nord che brucia la bandiera italiana, che vuole il federalismo fiscale per aiutare fraternamente le regioni meno sviluppate della nostra nazione, che sputa su Roma e poi ci si insedia e vuole ministri, che ogni tanto parla di fucili con il colpo in canna? Il Vento del Nord che, dopo aver tuonato contro Roma corrotta e Terronia clientelare ha mandato al Parlamento Europeo figlio e fratello, uno studente fuori corso e l'altro titolare di un negozio di autoricambi? Il Vento del Nord che usciva la mattina con la valigetta del dottore dicendo che andava all'ospedale e che non si era laureato? E stiamo parlando dello stesso cavalier Silvio Berlusconi che ha governato il paese per cinque anni in uno dei momenti più critici del dopoguerra (introduzione dell'euro), rivelandosi incapace di controllare il fenomeno? L'intimo amico di Dell'Utri e di Previti? Quello che ha istituito il poliziotto-fantasma di quartiere? Quello che ha derubricato penalmente un po' di reati e che poi ha detto che i reati in Italia erano diminuiti? Il popolo italiano deve aspettarsi qualcosa da questi signori? E come potrebbe fare? Con quale materiale umano? Quello costituito dai candidati alle elezioni (governative, provinciali, comunali, municipali, condominiali) che hanno incartato Roma in tutti i modi, nel vero senso del termine? Quelli dal senso civico così alto da ricoprire di manifesti tutte le (ormai poche) cabine telefoniche, le paline delle fermate degli autobus, ogni metro di muro libero? Che apponevano i loro slogan su automobili che poi lasciavano chiuse in seconda fila cosicché fosse proprio impossibile non vederle, fregandosene se poi il traffico impazziva? Quelli de "Uno di voi", "Uno di noi", "Il nuovo che avanza", "La forza dei fatti" e quant'altro da farci uno studio filologico? Badate bene, tutto ciò che ho detto, con le opportune varianti, si attaglia perfettamente anche alla coalizione di centrosinistra: il problema non è di schieramento, ma di cultura dello Stato e di onestà, cose che noi Italiani non sappiamo neppure dove stanno di casa. Siamo sul Titanic che sta affondando, e ci rallegriamo se l'orchestrina che ancora suona sfuma un brano che non ci piaceva per attaccarne uno di nostro gradimento.... mah! Shocked
avatar
PubliusMetilius
Centurio Prior
Centurio Prior

Numero di messaggi : 38
Città : ROMA
Data d'iscrizione : 09.10.07

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Elezioni 2008 - vi giro questa mail, ditemi le vostre idee

Messaggio  Exurge Roma il Lun Apr 21, 2008 7:48 pm

Tutto vero, Pvblii optime!
Ma quello che preoccupa di più è l'incapacità manifesta dell'opposizione di capacitarsi di questa realtà e di creare un fronte credibile di contrapposizione ad un potere che, come hai osservato, cede spesso alle sue patologie più esecrabili.
Senso dello stato, ovvero "civitas", come i nostri patres sintetizzavano questo concetto: questa è la vera deficienza dell'Italia!
avatar
Exurge Roma
Centurio Prior
Centurio Prior

Numero di messaggi : 84
Età : 54
Città : Bergomvm
Data d'iscrizione : 19.10.07

Visualizza il profilo http://www.exurge-roma.it

Torna in alto Andare in basso

Re: Elezioni 2008 - vi giro questa mail, ditemi le vostre idee

Messaggio  PubliusMetilius il Mar Apr 22, 2008 11:32 am

Infatti, frater, e questa incapacità è ovviamente dovuta al fatto che l'opposizione non è composta da extraterrestri, ma da originalissimo materiale autoctono che in nulla si distingue per metodi, obiettivi e capacità da coloro nei cui confronti si dovrebbe opporre. Per cui, la scelta non c'è, perché il prodotto che ti rifileranno sarà sempre lo stesso: un miscuglio di malafede, imperizia e negligenza... Sad
avatar
PubliusMetilius
Centurio Prior
Centurio Prior

Numero di messaggi : 38
Città : ROMA
Data d'iscrizione : 09.10.07

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Elezioni 2008 - vi giro questa mail, ditemi le vostre idee

Messaggio  Exurge Roma il Mar Apr 22, 2008 12:59 pm

Grande e comprensibile il Tuo sconforto anche se, mi permetto di dirlo senza alcuna offesa e con spirito costruttivo, mi pare sia un sentimento derivato direttamente da quel deficit di senso dello Stato che pervade la nazione intera ( me compreso , ovviamente! )
Tutti d'accordo che ci hanno mandato a votare con una legge in cui non abbiamo avuto la benché pallida possibilità di scegliere il nome di un candidato, dovremmo però battere i pugni sul tavolo per averla! tanto per iniziare. Ma questo potrebbe essere un punto di partenza per decidere se mi piace di più Bianchi o Rossi a Montecitorio.
Una parte della verità , caro Publius , è che questo popolo subisce spesso passivamente la politica salvo poi andare a comprare in massa "La Casta" di Stella & Co. oppure lasciarsi infiammare dal Beppe Grillo di turno.
In generale non sfiora nemmeno la mente dell'italiano medio la consapevolezza che, almeno a livello potenziale, può e DEVE influenzare il potere.
Ma se tu pensi che uno della mia generazione alle medie e persino alle superiori l'educazione civica l'ha studiata una volta a quadrimestre ed il libro di educazione civica l'ha solo comprato (con sacrificio dei miei) ma mai aperto, capisci bene che noi siamo il raccolto di quanto seminato dalla coscenza civica degli anni '70. Per questo ti dico che comprendo il tuo sconforto. E' solo che io non mi sento di accettare di comportarmi come avrebbero desiderato i miei educatori negli anni '70!
avatar
Exurge Roma
Centurio Prior
Centurio Prior

Numero di messaggi : 84
Età : 54
Città : Bergomvm
Data d'iscrizione : 19.10.07

Visualizza il profilo http://www.exurge-roma.it

Torna in alto Andare in basso

Re: Elezioni 2008 - vi giro questa mail, ditemi le vostre idee

Messaggio  CaeciliusOptatus il Mar Apr 22, 2008 1:41 pm

Fratres Publi et Exurge mi trovo contemporaneamente d'accordo con Voi, il che suona strano perchè parrebbe da quanto scrivete che siate lontani (sotto il profilo del topic, s'intende).
Con te, Publi, discuto spesso di queste faccende politiche e sai che condivido in parte quanto tu dici (diciamo per tre quarti), ma per un quarto ne divergo, finendo per abbracciare le considerazioni di Exurge, che, se si analizza a fondo il problema, in realtà integrano ed assorbono le tue.
Mi spiego.
Il senso dello Stato manca in Italia dal 1945; se vogliamo i padri fondatori della Costituzione lo avevano ancora, ma si illudevano che costruendo un sistema politico per tener lontana la dittatura, ovvero dando alla Nazione una democrazia, le forze migliori della Nazione si sarebbero cementate per autarne la crescita.
In realtà si è trattato di una lenta, progressiva, vergognosa erosione di qualsiasi autorità centrale e statuale, quella che si è venuta creando dagli anni '50 ad oggi, in cui da un lato tutto quello che poteva servire a delegittimare l'autorità, ovvero lo Stato, andava benissimo (fosse il diritto alle pari opportunità, il diritto a picchiare chi la pensava diversamente, il diritto a lavorare meno ma lavorare tutti, ecc.), con la riprova finale che per tre giorni di devastazione a Genova nel 2001 sono indagati .... 80 tra dirigenti e poliziotti !
Dall'altro lato la classe politica entrava in Parlamento solo per arricchirsi, per automantenersi, per sfruttare dallo Stato il potere, i soldi, la presenza mediatica, senza pensare a restituire alla collettività una controprestazione sotto forma di sicurezza, di legalità, di leggi utili, di manovre economiche o fiscali adeguate, di infrastrutture, e così via.
Riassumo un po', ed arriviamo quindi al 2008, quando gli elettori, così tanto coccolati, viziati, adulati, riempiti di promesse, hanno deciso che la sinistra estrema, quella della q-ultura cui faceva riferimento Exurge, quella che ha occupato (ed occupa) salotti, banche, università, giornali, istituzioni, deve sparire dal Parlamento e dalla vita della Nazione.
Gli stessi elettori hanno altresì deciso che l'ex opposizione deve tornare a guidare la Repubblica, giudicando più credibile non tanto un programma che io non ho ancora ben capito, quanto un non programma del candidato premier del PD, che in realtà mirava a preservare lo status quo, con tutto quello che ho scritto sopra.
Gli uomini con cui la coalizione vincente dovrebbe governare sono quelli che sono : tolto qualcuno, personalmente non gli affiderei neppure il comando di un Numerus Germanorum, o di una squadra di diogmitài, però sono questi coloro che hanno il compito difficile di tirarci fuori, letteralmente, dallo sterco in cui ci troviamo in ogni settore.
E' un compito improbo, che forse neppure Augustus, o Trajanus, o Diocletianus riuscirebbero a portare a termine con efficacia o con risultati; purtuttavia si deve credere in questo, e contribuire soprattutto, affinchè qualcosa di meglio si riesca a fare, "loro" là in Parlamento, noi qua nella quotidianità delle regole della vita, lavorativa e non.
Una visione rigidamente nichilista, Metili, rischia di divenire fine a sè stessa, nel senso che non consente più di aspirare ad una via d'uscita, che invece diviene, a questo punto, necessaria e quasi obbligatoria direi, per tutti noi italiani.

Valete omnes
avatar
CaeciliusOptatus
Centurio Prior
Centurio Prior

Numero di messaggi : 19
Città : Mediolanum
Data d'iscrizione : 28.09.07

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Elezioni 2008 - vi giro questa mail, ditemi le vostre idee

Messaggio  PubliusMetilius il Mar Apr 22, 2008 4:36 pm

Fratres optimi, mi rendo perfettamente conto di essere affetto dalla sindrome di Giovanni Battista, vale a dire del predicatore nel deserto. Credo che fra le nostre posizioni ci sia sostanzialmente uno spartiacque: io non nutro alcuna fiducia in chi in questo paese sceglie di percorrere la carriera politica (tranne uno...), voi invece sostanzialmente conservate ancora la speranza che, in qualche modo, l'andamento possa cambiare. Tutto qui. Ma la mia, Caecili, non è una posizione nichilista: se andiamo a leggere sul Vocabolario Treccani ( Wink ), la definizione di nichilismo è "Atteggiamento o comportamento volto alla negazione o alla distruzione dei valori esistenti". E' proprio questo il punto: quali sarebbero questi valori esistenti da distruggere? E' proprio il contrario: io vivo costantemente con il sangue agli occhi perché qui di valori - parlo sempre della classe politica, ovviamente - non ne è rimasto alcuno, tranne a parole. Ma, tu dici, "sono questi coloro che hanno il compito difficile di tirarci fuori, letteralmente, dallo sterco in cui ci troviamo in ogni settore. E' un compito improbo,... purtuttavia si deve credere in questo, e contribuire soprattutto, affinchè qualcosa di meglio si riesca a fare, "loro" là in Parlamento, noi qua nella quotidianità delle regole della vita, lavorativa e non". Belle parole, Caecili: ma è finito il tempo delle parole, ora dovrebbero contare solo i fatti, e io credo solo in quelli. Per cui, se tu non mi traduci la tua esortazione in azioni concrete, io non ti seguo. E tu, frater Exurge Roma, che dici "In generale non sfiora nemmeno la mente dell'italiano medio la consapevolezza che, almeno a livello potenziale, può e DEVE influenzare il potere ", puoi spiegarmi come l'italiano medio, che - soprattutto in presenza di questa congiuntura economica che ha polverizzato la classe media e ampliato a dismisura quella alla soglia della povertà - si arrabatta tutto il giorno disperatamente per far quadrare i conti della sopravvivenza, possa e DEBBA influenzare il potere? E uno dei problemi sarebbe quello di non aver potuto scegliere il nostro candidato? Ma se anche avessimo avuto questa possibilità, non credi che comunque ci saremmo trovati a scegliere candidati scelti dai partiti, e dunque imposti dall'alto? Tu puoi rispondermi: "beh, è la democrazia rappresentativa, bellezza...". Giusto: un sistema politico certamente encomiabile in teoria, ma sicuramente funzionante o meno a seconda di chi lo gestisce. Ed eccoci, dunque, di nuovo al punto del materiale umano della nostra Italia, che - mi dispiace contraddire molti - NON è l'immagine del popolo italiano, ma solo quella della parte peggiore del popolo italiano, una parte che si impernia su una logica di sopraffazione, arroganza, approfittamento, soperchieria e intrallazzo. E' da quella parte che vengono fuori coloro che decidono di entrare in politica, non da quelli che si alzano la mattina alle sei, vanno a lavorare nei supermercati scaricando camion di prodotti e poi alla sera tornano a casa - quando ce l'hanno - sfondati di fatica per settecento euro al mese. Nessuno dice che i rappresentanti parlamentari delle altre nazioni di quest'Europa in cui ci troviamo sono tutti cherubini, per carità: ne approfitteranno anche loro della posizione che ricoprono. Ma quel minimo di senso dello Stato che hanno in più di noi - tutti l'hanno più di noi - e quel barlume di intelligenza e lungimiranza che evidentemente a noi difetta in toto fa loro capire che qualcosa per lo Stato devono pur fare. Tutto qui, eccola la formula magica: il senso della misura che ti fa capire che se mungi la vacca fino a farla morire, poi non la mungi più neanche tu. Ma l'italiota politico non lo capisce. Dovrà trovarsi di fronte alla tragedia di una società e di un popolo per sgranare gli occhioni e mormorare "Oh cacchio, l'ho fatta grossa": di fronte a un grosso spavento capirà e, forse, cambierà...
Con immutati affetto e amicizia, fratres
avatar
PubliusMetilius
Centurio Prior
Centurio Prior

Numero di messaggi : 38
Città : ROMA
Data d'iscrizione : 09.10.07

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Elezioni 2008 - vi giro questa mail, ditemi le vostre idee

Messaggio  Exurge Roma il Mar Apr 22, 2008 7:48 pm

Pvblii
è proprio chi si sfonda la schiena dalle 6 del mattino alle 6 di sera che dovrebbe avere più a cuore di far cambiare qualcosa anche una , piccola, ma concreta cosa. Anch'io nutro poca fiducia nella classe degli autoperpertuanti ed autoreferenziali politici ma so che loro hanno un disperato bisogno ANCHE di me e , grazie al cielo , io non ho ancora bisogno di uno di loro in specifico.
Arma residuale, pallottola dorata, roulette russa quanto ti pare ma pur sempre arma che i politici corteggiano e temono.
Mi corteggiano quando arrivano le elezioni, cercano di sedurmi come sirene in mezzo al mare dei messaggi e quello che farò nella cabina elettorale gli interessa e come! Certo fanno di tutto affinché un "colpo basso" da parte mia sia prevedibile , evitabile, neutralizzabile. Ma è l'unica arma che ho. In un certo senso , su questo tema, mi sento molto "bastardo": agogno il "voto di scambio" . Voglio che il mio voto se lo sudino. IL mio voto ha un valore : bene , voglio scambiarlo con chi mi da qualcosa. Non ambisco a stravolgimenti di sistema ma, in politica, vorrei avere due o tre argomenti fondamentali di cui vorrei vedere la realizzazione pratica: le infrastrutture o il calo delle bollette di gas ed elettricità, per esempio. Perché se ci metto 30 minuti in meno tutti i giorni per andare al lavoro e se pago 50 euro in meno al mese di bollette , la mia vita cambia in meglio.
Il resto, le degenerazioni del potere , le patologie, la corruzione devo saperla punire con l'unica arma che ho, ovvero il voto ( o il non voto ) .
Devo rompergli i cosiddetti per ottenere più cose positive possibile.
In America conoscono le lobbies da più di un secolo : noi stentiamo persino a definire i contorni del concetto.
La lobby non ha un partito specifico ma rappresenta un pacchetto di voti che condiziona le scelte del potere . Mi risponderai che a loro volta i lobbisti diventano dei professionisti del potere . Ma questa è l'unica maniera per condizionare il potere . Ed un potere condizionato è molto più debole e, forse, meno incline a cedere alla corruzione.

Non c'è molta poesia in questa visione della politica ma forse quel che basta di pragmatismo per ottenere qualcosa.

Con stima ed affetto
avatar
Exurge Roma
Centurio Prior
Centurio Prior

Numero di messaggi : 84
Età : 54
Città : Bergomvm
Data d'iscrizione : 19.10.07

Visualizza il profilo http://www.exurge-roma.it

Torna in alto Andare in basso

Re: Elezioni 2008 - vi giro questa mail, ditemi le vostre idee

Messaggio  CaeciliusOptatus il Mer Apr 23, 2008 11:46 am

Amice Publi,
provo a farti degli esempi perchè tu comprenda come io per primo detesto (le ho sempre detestate) le belle parole ed esigo che seguano i fatti.
Quando intendo che noi, di qua, dobbiamo iniziare o proseguire un comportamento che permetta a quelli, di là, di iniziare il lento cammino per tirarci fuori dallo sterco, intendo dire , tra l'altro : rispettare le regole della comunità civile, da quelle che vietano di parcheggiare sugli spazi riservati, a quelle che impongono di fermarsi sulle strisce se attraversa qualcuno; pagare le tasse, anche se fa arrabbiare, quindi - nel mio caso - emettere le fatture, sempre; adempiere le mie obbligazioni, ovvero pagare alle scadenze le rate dei vari finanziamenti o mutui, gli stipendi, senza approfittare di qualsiasi espediente per ritardare i tempi; non urlare in mezzo alla strada o quando esco, ma adoperare un tono di civiltà con chiunque, soprattutto con le persone più deboli (anziani e donne); non gettarmi sul treno quando arriva, ma aspettare che chi mi è davanti passi, magari cedendo la strada ad una signora; comportarmi con il prossimo conscio della nazione da cui provengo e della sua storia, non come un qualsiasi buzzurro che crede, avendo quattro soldi, di dare ordini a tutti; entrando in un luogo di culto, rispettarlo, senza produrmi in schiamazzi o peggio; non deturpare la città gettando cartacce in strada; dire "grazie", oppure "mi scusi" quando ricevo una cortesia, oppure commetto uno sbaglio, anzichè darlo per scontato, o passare all'insulto.
Non cercare di fregare chi mi sta davanti, perchè mi ritengo più furbo di lui; trattare con gentilezza ed educazione i subordinati, senza dirgli parolacce o costringerli a prestazioni umilianti.
Credimi, Publi, io non sono un cherubino, nè un perfettino (mi conosci abbastanza per saperlo), nè un soggetto che pare uscito da un libro di De Amicis o da Famiglia Cristiana (per fare un esempio); però sono pienamente convinto che se noi cittadini, tutti, ciascuno per le proprie possibilità, iniziassimo a vivere civilmente tra di noi, seguendo i valori della persona (intelligenza, coraggio, onore, sacrificio, impegno, rispetto, dignità) anzichè quelli facili ed immediati (soldi subito, notorietà, presenzialismo, prepotenza, arroganza), questa società italiana potrebbe generare degli esempi, che lentamente salirebbero verso l'alto.
Sono abbastanza disincantato da sapere che è utopia, ma me ne frego se gli altri non si comportano così ed adottando la giustificazione "tanto nessuno lo fa", perpetuano un atteggiamento negativo o ostruzionistico.
Può darsi che io - ma anche tu, perchè anche tu segui i miei stessi principii - alla fine perda il confronto, di sicuro lo perdo nell'immediato; ma non ne sono così certo e, comunque, non me ne importa : mi sento non solo in pace con mè stesso, ma posso guardare negli occhi chi mi sta di fronte, sia egli un magistrato, un politico, un militare, un personaggio noto senza dovermi vergognare e senza dovermi sentire a disagio.

Un abbraccio, amice

Frater Exurge, quando ti leggo mi rendo conto che io e te abbiamo una matrice comune, perchè scrivi quello che penso Very Happy
Una sorte di clone ideologico Very Happy , positivo ovviamente !

Vale quam optime
avatar
CaeciliusOptatus
Centurio Prior
Centurio Prior

Numero di messaggi : 19
Città : Mediolanum
Data d'iscrizione : 28.09.07

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Elezioni 2008 - vi giro questa mail, ditemi le vostre idee

Messaggio  PubliusMetilius il Mer Apr 23, 2008 5:19 pm

Frater Caecili, frater Exurge, che noi si sia sulla stessa lunghezza d'onda in quanto a "stile di vita", ormai credo lo abbiano capito anche i sassi. Però, le risposte che avete dato al mio ultimo post divergono leggermente fra di loro per impostazione. Tu, Caecili, la butti sul personale, nel senso che, alla mia richiesta di fatti per uscire dal vicolo cieco in cui il nostro paese si è ormai impantanato da tempo, mi elenchi tutta una serie di comportamenti improntati ad un alto senso sociale - gli stessi che, sono sicuro, vengono quotidianamente messi in atto da tutti i legionari di questo forum. Ora, mi chiedo, al di là del potersi guardare allo specchio senza vergogna, siamo certi che questo basti a far cambiare "quelli là"? A far tramutare gli inetti in intelligenti e i piazzisti in persone degne? Gente che fa di spergiuro, peculato, corruzione, interesse privato il proprio vangelo? Ho l'impressione che sarebbe come tentare di arrestare un Merkava con la fionda, frater. E a me, purtroppo, è far cambiare "quelli là" che interessa soprattutto, affinché questa nazione non si trasformi in una masnada disperata di cartoneros intorno a poche isole di privilegiati che difendono i loro alti privilegi in quartieri-bunker..., insomma, nell'America Latina.
La risposta di Exurge invece è più a livello "operativo", nel senso di "riconosco che c'è un problema, dò per scontato che il buon comportarsi serva solo alla coscienza di chi lo mette in pratica e, per risolvere il problema stesso, una buona arma potrebbe essere il voto o il pacchetto di voti". Ma il mio voto (il mio? Essendo un sistema elettorale a maggioranza dei votanti, il parlamento potrebbe essere costituito anche solo grazie al contributo dei parenti dei candidati...) serve a poco, visto che io sono chiamato unicamente o a dare ai partiti l'autorizzazione a scegliere le persone che dicono loro o a scegliere... fra le persone che mi propongono loro (la differenza? Mah...). E se i partiti mettono in lizza solo figli di buona donna, io con la mia conquista della democrazia che ci faccio se non sentirmi un represso preso per i fondelli? Col pacchetto di voti potrebbe essere diverso: un buon peso specifico che potrebbe spostare l'asse degli equilibri. Pensiamo alla lobby più numerosa e messa peggio, quella dei pensionati: che peso specifico potrebbe avere! Eppure, un partito dei pensionati fu fondato, a suo tempo, e che risultati ha dato? Nessuno, incomprensibilmente nessuno, neanche il 4% raggiunse... E dunque? Ragazzi, piantiamola lì. Ognuno rimanga della propria opinione: la mia è che siamo in balia di un'oligarchia partenogenetica, ereditaria, autosostentantesi e autoreferenziantesi... Oddio, mi accorgo solo ora che dovrei essere l'uomo più felice del mondo: siamo sotto il Senato romano!! affraid
avatar
PubliusMetilius
Centurio Prior
Centurio Prior

Numero di messaggi : 38
Città : ROMA
Data d'iscrizione : 09.10.07

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Elezioni 2008 - vi giro questa mail, ditemi le vostre idee

Messaggio  IlPretoriano il Mer Apr 23, 2008 7:14 pm

CaeciliusOptatus ha scritto:
io non sono un cherubino, nè un perfettino (mi conosci abbastanza per saperlo), nè un soggetto che pare uscito da un libro di De Amicis o da Famiglia Cristiana (per fare un esempio); però sono pienamente convinto che se noi cittadini, tutti, ciascuno per le proprie possibilità, iniziassimo a vivere civilmente tra di noi, seguendo i valori della persona (intelligenza, coraggio, onore, sacrificio, impegno, rispetto, dignità) anzichè quelli facili ed immediati (soldi subito, notorietà, presenzialismo, prepotenza, arroganza), questa società italiana potrebbe generare degli esempi, che lentamente salirebbero verso l'alto.
Sono abbastanza disincantato da sapere che è utopia, ma me ne frego (...)
mi sento non solo in pace con mè stesso, ma posso guardare negli occhi chi mi sta di fronte, sia egli un magistrato, un politico, un militare, un personaggio noto senza dovermi vergognare e senza dovermi sentire a disagio.



Quoto questo pezzo, ma in realtà avrei dovuto quotarlo tutto, ciò che conta è ad ogni modo il pensiero che si vuole esprimere.
Io sono completamente d'accordo con te, Caecilius. Ma come tu stesso hai detto ritengo ciò un'utopia pura.. Perchè è evidente che nella realtà quotidiana di tutti i giorni è facilissimo trovarsi a che fare con gente che rifiuta categoricamente di adempiere a queste "regole" o principi civici, chiamateli come volete. Tant'è! Tali principi indubbiamente sono stati soppiantati dalla nostra società contemporanea in favore di altri; io credo che sia un dato di fatto, concreto, tangibile. Non è retorica, anche se c'è chi la considera ancora tale..
Gli ideali "cavallereschi" cui sopra si faceva riferimento, a difesa dei quali ci si batte strenuamente, sono stati "semplicemente" sostituiti. E questo, oltre che ad essere una male per tutti noi e per le future generazioni, sembra essere ormai un percorso evolutivo..
Accusare la società?? Sì, accusarla! E' l'economia, non la morale, che governa le menti umane in questo periodo! Si critica per l'appunto la società, il "popolino" rozzo e ignorante, che sfoggia cultura con la "Q" maiuscola, ma dimentichiamo troppo velocemente che i nostri politici sono stati - e sono tuttora probabilmente - il riflesso stesso (raccapricciante) della medesima. Pensate che i nostri "onorevoli" siano tanto diversi del resto del popolazione?
Ma quali soluzioni? Come uscire dal tunnel (detta alla "Caparezza")? Scusate il pessimismo, non è da me, ma io non vedo molte via d'uscita.. E per questo che vi invito a riflettere su questa domanda! Perchè ormai siamo tutti coscienti del problema reale, della situazione, delle difficoltà che giorno dopo giorno incontriamo..

Le regole alle quali si faceva riferimento prima credo siano lampanti, "lapalissiane" per molti di noi "contubernales": il rispetto, la dignità, l'orgoglio di vivere per gli ideali in cui crediamo, mi verrebbe da citare romanamente la gravitas, la dignitas, la pietas ecc ecc.. (ma non serve!).
Ma siamo o non siamo minoritari in questa povera società italiana? Povera moralmente, povera di spirito e di cuor patrio, priva di Uomini onesti... o meglio... con le palle (se mi è permesso).
Rappresenteremo sì e no il 3% della popolazione.

D'accordo dunque anche con la frase di Metilius, secondo il quale
"se i partiti mettono in lizza solo figli di buona donna, io con la mia conquista della democrazia che ci faccio se non sentirmi un represso preso per i fondelli?"

Ma rimane sempre quella domanda..
avatar
IlPretoriano
Centurio Prior
Centurio Prior

Numero di messaggi : 89
Città : ROMA
Data d'iscrizione : 07.10.07

Visualizza il profilo http://www.ilpretoriano.forumup.it

Torna in alto Andare in basso

Re: Elezioni 2008 - vi giro questa mail, ditemi le vostre idee

Messaggio  tripolone il Mar Apr 29, 2008 2:46 pm

anch' io m i compiaccio di questo vento di (auspicate) novità, le speranze sono molte .
Ma la mia esperienza passata , almeno per quello che riguarda le amministrative ,non mi consente troppo ottimismo.
Speriamo che mi sbaglio Crying or Very sad
avatar
tripolone
Centurio Prior
Centurio Prior

Numero di messaggi : 74
Età : 56
Città : Roma
Data d'iscrizione : 19.10.07

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Elezioni 2008 - vi giro questa mail, ditemi le vostre idee

Messaggio  LegioXI il Mar Apr 29, 2008 7:36 pm

Finalmente! La premiata ditta del "nuovo che avanza" è andata a casa! cheers
Buon lavoro Gianni, sarà arduo cambiare dopo quasi venti anni di gestione modello fazenda sudamericana.

P.S. Vediamo con Alemanno di risparmiare soldi investiti in manifestazioni francamente poco utili (mostra del cinema di Roma!!! A Venezia basta e avanza!), notti bianche, gialle, verdi? Magari qualche buca in meno sulle strade e qualche campo nomadi in meno non guasterebbero...
avatar
LegioXI
Centurio Prior
Centurio Prior

Numero di messaggi : 193
Città : ROMA
Data d'iscrizione : 08.10.07

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Elezioni 2008 - vi giro questa mail, ditemi le vostre idee

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum